Benvenuto Visitatore!  / Create an account

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Oro Perduto: la storia dimenticata del pioniere del ROM Hacking di Pokemon Gene Sepas
#1

FORGOTTEN GOLD - THE FORGOTTEN HISTORY OF POKEMON ROM HACKING PIONEER GENE SEPAS

Ciao a tutti!
Voglio dedicare questo thread alla memoria di quello che, a tutti gli effetti, è in realtà il miglior ROM hacker mai vissuto: l'ingiustamente dimenticato, pionieristico ed avanguardistico ROM Hacker Gene Sepas.

Studiando la storia delle hack GB\C di Pokemon in giro per il mondo, mi sono imbattuto in questo autore e nel suo esemplare lavoro, che ha superato tutte le mie aspettative. Sfortunatamente, a causa di scandali che verrò a spiegarvi nella storia che segue, di questo autore non c'è più traccia su Internet.
Questa storia è stata da me raccolta nel corso di quasi 4 anni di duro lavoro e ricerche: alla fine, sia in base alle fonti rimanenti offline sia in base alle testimonianze d'epoca, sono riuscito a documentare la sua vita.
Anche se è stato molto difficile, avendo avuto buone credenziali in quanto a stesura di storie e di libri sulle Hack ROM negli anni, ho avuto il permesso dei familiari rimanenti per pubblicare quanto segue.


Gene Sepas è stato il più grande di tutti i ROM Hacker mai vissuti all'epoca.
Dedicandosi unicamente ai giochi Pokemon - la sua carriera, trascurata a seguito degli errori in cui incappò nella realizzazione delle sue hack, ha anticipato sviluppi futuri nel mondo del ROM hacking di svariati decenni, se non addirittura di un centinaio di anni: oltre ad essere stato uno dei primi di sempre, Gene Sepas è stato il primo ROM Hacker avanguardista della Storia, al punto tale che la maggior parte dei suoi lavori non vennero affatto compresi.


Nato nel 1982 in Ungheria, all'epoca ancora sotto il regime comunista, da una famiglia austriaca-ungherese, Gene Sepas, il cui vero nome era Bela Hansen Kuntz, fu il primo ROM Hacker (e hacker in generale) ungherese, e fu importantissimo per far conoscere i videogiochi nel mondo comunista degli ultimi anni.
Già in tenera età, trasferitosi in Austria nel 1985 in seguito all'apertura delle frontiere, aveva imparato le basi dell'informatica, smanettando con il computer Apple II e, in seguito, con il Commodore64.
All'età di 5 anni, nel 1987, stufo del suo vecchio videogioco e data la povertà della famiglia che non poteva comprarne un altro a causa delle ristrettezze economiche, Gene Sepas creò la prima Hack ROM amatoriale di sempre, una modifica di "Monty on the Run" per il Commodore 64 che sostituiva il personaggio con Super Mario, ricreato da zero basandosi unicamente sulle foto delle riviste di videogiochi dell'epoca.
Per realizzare la hack, Gene Sepas creò una copia digitalizzata del gioco dal Commodore64 stesso, editando poi in binario il file con uno dei primissimi rudimentali Hex Editor editando la sprite del protagonista, anche se i colori ed il resto del gioco rimanevano inalterati.

Questo fu forse uno dei più significativi punti di partenza per l'intera storia dei videogiochi: nello stesso anno, venduta clandestinamente la sua hack in Russia per finanziare la sua famiglia (il primo caso di Bootleg della Storia dei videogiochi), Gene Sepas poco dopo iniziò anche la prima hack NES da giochi Nintendo della Storia: una hack di Super Mario Bros 3 del 1989, intitolata "Super Mario World", ottenuta infilando nel PC il disco Floppy del gioco che esisteva solo in Giappone, dumpando la ROM in formato binario ed editandola. La hack essenzialmente era Super Mario Bros 3 ma con grafica più tondeggiante e raffinata, con un mondo di gioco con palette più colorate.
La hack ebbe un estremo successo in Unione Sovietica, anche se tutte le copie vennero distrutte dal Regime Comunista in quanto "istigavano all'opulenza occidentale". Peggio ancora, gli archivi che documentavano questo avvenimento vennero distrutti tra il 1991 ed il 1992, durante la caduta dell'URSS, rimuovendo ogni traccia per paura di cause legali tra i paesi ex-URSS e Nintendo dato che quest'ultima proprio in quell'anno pubblicò un gioco con lo stesso nome "Super Mario World". All'epoca vi fu persino chi ipotizzò che quest'ultimo videogioco Nintendo sia servito unicamente a sradicare il bootlegging dei videogiochi in Russia quando non addirittura a smantellare il Comunismo stesso.
Anche a causa di Gene Sepas e del suo successo con il bootleg di "Super Mario World" basato su Super Mario Bros 3, Nintendo decise di pubblicare il gioco russo Tetris come gioco di debutto del Game Boy - il vero motivo di questa inusuale scelta geografica.


A causa di questo spiacevole primo episodio, Gene Sepas da allora si convinse a creare hack solo senza scopo di lucro, per puro divertimento. Trasferitosi inizialmente in Austria e garantita stabilità economica a vita natural durante per i suoi familiari, Gene Sepas pubblicò nel 1990 il primo manifesto teorico del ROM Hacking, "Der Hacking ROM Fur Kuntz", in cui stabiliva i suoi scopi non di lucro oltre che l'enfasi sulla traduzione e sul divertimento.
Genio prodigio della matematica, nel 1990, all'età di otto anni, già aveva appreso la Teoria della Relatività generale e già frequentava il primo anno di Liceo, anche se spesso frequentava anche studenti universitari. Stabilitosi inizialmente vicino a Harvard in USA frequentando la scuola dell'obbligo, in seguito Gene Sepas abbandonò la città a causa del bullismo e della circolazione di pistole a scuola a cui non era abituato, e dunque si trasferì vicino all'Università Stanford in California, frequentando il liceo locale in attesa di essere ammesso all'università una volta diplomato. Per cinque anni Gene Sepas si dedicò ai primissimi studi sulle ROM Nintendo, dando già dimostrazione di sé quando utilizzò il primissimo Game Genie per editare un videogioco solo utilizzando trucchi. L'impresa fu talmente radicale per l'epoca da comportare il Ban di Nintendo per il Game Genie nell'estate del 1990, poi risoltosi solo verso la fine del 1991.
Venuto a contatto con i primissimi ROM Hackers californiani dell'Epoca, Gene Sepas si trasferì anche per un paio di anni a Hong Kong, dove contribuì ad importare i copia-cartucce in Occidente, avvantaggiato grazie al celebre successo ottenuto anche nella Cina Continentale grazie alla sua hack Super Mario Wold.
A questo punto, vi fu chi ipotizzò che in realtà Gene Sepas fu reclutato dalla CIA apposta che lo arruolò prima a Harvard e poi a Stanford con l'obiettivo di diffondere il consumismo nel mondo comunista attraverso i videogiochi. In realtà, non c'è mai stata alcuna prova di ciò, anche perché in realtà stando alle dichiarazioni dei capi di stato maggiore neppure i più alti rappresentanto dell'epoca sapevano anche solo cosa fosse un joystick o una cartuccia da gioco data l'età avanzata.

In ogni caso, entro il 1993 Gene Sepas aveva già realizzato ben otto hack basate su Final Fantasy, Zelda, Donkey Kong e Mario, hack che sfortunatamente erano, per quanto avanzate, tutte hack demenziali e pornografiche, dato che Gene Sepas nel frattempo stava diventando un adolescente. Persa la sua intelligenza a causa del boom ormonale, nel 1995 all'età di 13 anni Gene Sepas abbandonò la scuola per dedicarsi invece alla sua nuova passione: le ragazze.
In ogni caso, nel 1996 Gene Sepas ebbe un'epifania quando la sua fidanzata del momento (una 24enne studentessa di lingue orientali a Stanford) tornò da un viaggio in Giappone con due nuovi giochi lì comprati: Pokemon Rosso e Verde.

I giochi in questione sconvolsero talmente tanto Gene Sepas che egli abbandonò la fidanzata, rubandole le cartucce, rispolverando i suoi vecchi copia-cartucce e dumpando due copie dei giochi (nello stesso periodo in cui lo fece Jesse Fuller). All'epoca appena 14enne, Gene Sepas tornò in fretta e furia in Ungheria per dedicarsi immediatamente alla traduzione di Pokemon Verde e Rosso in Ungherese (novembre 1996), la prima Hack di traduzione di Pokemon della Storia.
Sfortunatamente, egli non si era neanche reso conto che il mondo dal 1990 al 1996 era profondamente cambiato, e che non esistendo più la cortina di ferro egli non avrebbe più guadagnato alcunché. Inoltre, sebbene questa fosse una pietra miliare del ROM hacking che utilizzava ASM complicatissima per poter visualizzare le parole ungheresi, nessuno all'estero era in grado di capire la sua hack.
Inoltre, peggio ancora, venne in realtà il sospetto che la hack sia stata creata dalla sua fidanzata, in quanto ella era l'unica dei due a sapere il giapponese: sembrebbe plausibile che in realtà la fidanzata di Gene Sepas creò una prima traduzione dal giapponese all'inglese di Pokemon Verde (traduzione poi perduta per quasi 10 anni) e che nel frattempo altri autori uomini nel corso della Storia si presero il merito, Gene Sepas incluso, il quale semplicemente tradusse l'hack della sua ex-fidanzata dall'inglese all'ungherese. In ogni caso, la hack originale saltò fuori nel 2006, salvo poi essere perduta nel tempo nel corso degli anni.

Nello stesso anno, Gene Sepas scoprì l'Internet, e nel 1996 creò un sito ProBoards intitolato "Pokemon Hacker", il primo sito di ROM Hacking di sempre ed il primo dedicato a Pokemon. Sfruttando il sito, egli creò una comunità di coetanei, dai quali fregò le idee migliori su cosa si potesse fare in campo di ROM Hacking in modo tale da poter creare la sua stessa hack approffittandosi delle loro idee - stando a Gene Sepas, questo approccio sarebbe presto diventato la prassi nel resto del mondo anglofone. Gene Sepas creò anche l'antenato di PokeText, "PokeWriter", e lo pubblicò sul sito invogliando il suo pubblico a tradurre il gioco in inglese, il suo nuovo progetto.
Sfortunatamente, gli amici di Gene Sepas non tradussero correttamente, creando invece uno scherzo: la prima hack così realizzata dal sito fu una tale "Pukemon" (1996), la prima hack demenziale di sempre, una traduzione maccheronica di Pokemon Rosso giapponese con parolacce e grafica esplicita.

Ad ogni modo, ad inizio 1997 Gene Sepas creò la prima hack restyle-overhaul di sempre: una hack di Pokemon Blu giapponese intitolata "Pokemon Yellow", una hack in cui al posto del giocatore c'era Pikachu, seguito da quello che era "Ash". Riutilizzando l'evento di Oak a Biancavilla, Gene Sepas fui in grado di creare il sistema caterpillar, in anticipo persino rispetto lo stesso gioco dei Pokemon. Sfortunatamente, Game Freak ebbe la stessa identica idea, pubblicando anteprime del vero Pokemon Giallo, in cui invece il protagonista era Ash seguito da Pikachu, ossia il contrario rispetto la hack di Gene Sepas. Il gioco originale era persino più popolare della sua hack, tanto che Gene Sepas la cancellò e si adirò contro Game Freak per avergli rubato l'idea dalla sua hack per creare il nuovo gioco Pokemon.

Colto dall'ira, Gene Sepas si recò a Spaceworld 1997 per rubare il nuovo gioco Game Freak, ossia Pokemon 2 Oro e Argento, e rubò le cartucce di Spaceworld - adesso sappiamo chi è stato: per questo la Storia di Gene Sepas è rimasta così a lungo nell'oscurità. Dumpate le cartucce, Gene Sepas creò le primissime hack di seconda generazione di sempre, "Pokemon Spice World" (1998), una hack demenziale basata su Oro e Argento di Spaceworld con elementi di avanguardia quali cambi binari alle mappe e sprite cambiati. La hack fu talmente rivoluzionaria e sconvolse i vertici di GameFreak che addirittura decisero di cancellare i giochi, creando invece Pokemon Oro e Argento.
Gene Sepas venne deriso per tutti i restanti anni della sua carriera, in quanto nessuno credette al fatto che aveva delle copie e addirittura delle hack dei prototipi di Spaceworld.

Ad ogni modo, nel 1998, ritornato alla sua comunità di ProBoards della quale nel frattempo aveva perso il controllo, Gene Sepas cancellò il sito, creandone un altro, più competente: "Hansen Kuntz Translations", o più semplicemente "HK Trans", le cui iniziali si riferivano - probabilmente - a Hong Kong, ossia ai suoi vecchi tempi andati degli inizi del ROM Hacking (e delle sue avventure sentimentali giovanili). HK Translations creò dunque la prima hack Overhaul di sempre, basata su Pokemon Rosso, ossia "Pokemon Scarlet" (aprile-dicembre 1998).
Questo capolavoro del ROM Hacking, in anticipo sui tempi di hack quali Pokemon Midnight Hack e Pokemon Brown, era la prima hack d'avanguardia di sempre: era in parte un cross-over con Super Mario Bros 3, dal quale ereditava il formato della Mappa del Mondo (in realtà una mappa a sé) con un giocatore rimpicciolito (una modifica ASM) con ingressi warp che portavano a città e Dungeon - un po' come Final Fantasy, dato che all'epoca il formato delle connessioni tra mappe non era ancora stato decifrato. Inoltre, la hack introduceva un Pokemon Numero 152 (la prima aggiunta di Pokemon di sempre), sfruttando come base il MissingNo in forma Spettro, con tanto di ingresso nel PokeDex.
I dungeon, inoltre, avevano mappe riciclate dal primo Final Fantasy per il NES, e svariate sprite venivano da quello stesso gioco. Infine, il gioco aggiungeva anche il Tipo Acciaio (per Magnemite e Magneton), sulla base di quanto proposto nei giochi di Spaceworld.
Sfortunatamente, GameFreak scoprì la hack, e assegnò il trademark del nome "Pokemon Scarlet". A quel punto, Gene Sepas cambiò il titolo varie volte: Pokemon White, Black, Bronze, Tourmaline, Vermillion, tuttavi ogni volta GameFreak aggiunse i nomi in questione per prevenire la pubblicazione dell'hack con quel nome.

Per tutta risposta, Gene Sepas creò la prima hack in assoluto di Pokemon Giallo, "Pokemon Mellow" (agosto-dicembre 1999), basata su una copia d'anteprima di Pokemon Giallo trafugata in Australia da una rivista alla fine di Agosto del 1999.
La hack era essenzialmente Giallo con mappe prese da Pokemon Oro di Spaceworld e ben tre Pokemon che seguivano Ash anziché uno solo. Sfortunatamente, la hack era piena di bug, e venne derisa ed insultata dai giocatori, che nel frattempo decretarono "Cokemon" la migliore hack di tutti i tempi rispetto Pokemon Scarlet e Pokemon Mellow.

Nel frattempo, Gene Sepas aveva compiuto 17 anni, era ritornato a scuola per il diploma e stava con ben due fidanzate, contemporaneamente (entrambe sapevano fin dall'inizio), inizialmente reclutate per il beta testing di una hack di Pokemon Trading Card Game rimasta incompiuta, Pokemon Vegas Card Game (data sconosciuta), che essenzialmente riambientava il gioco nel mondo del BlackJack illegale ma che anni dopo divenne impossibile da rintracciare poiché venne sepolta nella barra di ricerca dei risultati per il simile risultato "Pokemon Vega".
Queste due ROM Hacker, i cui soprannomi erano rispettivamente Amanda Haiiroku per la prima e CowGurl86 la seconda, impararono il ROM Hacking da Gene Sepas, e produssero le prime hack a protagonista femminile della Storia, due restyle-overhaul estremamente sperimentali per l'epoca.
La prima hack, basata su Argento giapponese, era Pokemon Montessori (novembre 1999) di Amanda Haiiroku, una hack biografica a protagonista femminile (la docente omonima), che era essenzialmente una hack femminile ad "uso didattico" pensato come progetto scolastico, una hack estremamente sperimentale che introduceva addirittura la selezione di genere che però venne bocciata a scuola in quanto Pokemon era "un gioco troppo da maschi", secondo i preconcetti dell'epoca.
Pokemon Montessori, tra l'altro, era anche la prima hack competitiva "hack Kaizo" di sempre, introducendo addirittura i Pokemon al livello superiore al 255, tra i quali il pokemon del rivale, che era un Caterpie al Lv300.

La seconda hack, quella di CowGurl86, era "Pokemon Bitch" (dicembre 1999), una hack di Pokemon Blu inglese (una delle prime), una hack che già utilizzava un sistema di colorizzazione "full color" creato da Gene Sepas su richiesta dell'autrice. La hack era persino più sperimentale di quella di Amanda Haiiroku, in quanto introduceva non solo i colori completi su esempio di Pokemon Oro e Argento ma aggiungeva anche pokemon nuovi fino a 160 (seppur con qualche bug nel Pokedex) utilizzando le sprite giapponesi più brutte per creare finte evoluzioni nuove di Pokemon pre-esistenti. Sfortunatamente, la hack era estremamente scurrile, ed aggiunegva anche grafica dei manga esplicita ed immaginario tratto dai "women's magazine" più sconci dell'epoca oltre che dagli articoli a tematica S\M di Cosmopolitan più piccanti, e venne pertanto estremamente criticata - CowGurl86 all'epoca aveva 13 anni. In realtà, all'epoca lei era la ROM Hacker più sperimentale di sempre, forse persino più sperimentale di Gene Sepas. CowGurl86 aveva anche creato persino la primissima mappa a scorrimento orizzontale della Storia del ROM Hacking: l'interno del corpo umano femminile, dentro il quale viaggia il protagonista rimpicciolito, anticipando dunque "Hable con Ella" di Almodovar (pare che quest'ultimo si sia ispirato a questa ROM Hack stando a lei, anche se non c'è assolutamente modo di poterlo confermare). Stando a CowGurl86, lei si era semplicemente ispirata alle hack di Pokemon e di Zelda da parte di IceSage, oltre che al folklore ed immaginario collettivo attorno al cinema underground nazionale di Gene Sepas.
In ogni caso, entrambe le hack sia quella di Amanda Haiiroku che quella di CowGurl86 vennero criticate, al punto che loro cancellarono le hack e da allora si ritirarono a vita privata, troncando i rapporti con Gene Sepas a causa dello scandalo.

Prosciolto dall'accusa di plagio e di istigazione al delinquere al ROM Hacking osceno e demenziale in quanto 17enne e "malato di mente", Gene Sepas decise infine di redimersi, scartando il suo passato demenziale per sempre e tornando alle hack overhaul sperimentali sull'esempio della sua Pokemon Scarlet.
Perciò, Gene Sepas "ripulì" Pokemon Bitch, restituendola come Pokemon Blu originale (un reverse engineering di una hack all'originale pertanto), tenendo però il sistema a colorizzazione e creando dunque "Pokemon Blue Full Color" (febbraio 2000), la prima hack di Gen1 con i colori di sempre. Sfortunatamente, Gene Sepas non si era ancora reso conto all'epoca di essere daltonico: la hack era sì a colori, ma con i colori sbagliati, e venne dunque presa in giro ed abbandonata sebbene fosse completa.

Sempre in questo periodo, raggiunta la maggiore età, Gene Sepas creò la prima hack creepy e musicale della Storia: Pokemon Creepy Black (agosto 2000), la hack autentica della creepypasta di cui solo leggende circolarono. Sfortunatamente, la modifica musicale della hack di Gene Sepas conteneva toni binaurali molto fastidiosi e sequenze flash negli eventi ASM fin troppo repentini, che causarono per sbaglio il ricovero in ospedale di 44 bambini in Giappone a causa di crisi epilettiche, oltre che la morte di un magnate milionario centenario quando apprese la notizia in TV: quest'ultimo altro non era che il celebre Skuaru Enikssu Rubbatoshi, il principale finanziatore ed investitore della Game Freak ed il maggior responsabile per il successo dei videogiochi Pokemon.

Ormai messo al bando a vita natural durante da Nintendo, Gene Sepas si dedicò a Half Life e Counter Strike per ammazzare il tempo agli arresti domiciliari per qualche mese, creando infine "Pokemon Bleeders" (dicembre 2000), basata su Pokemon Rosso, la prima hack di Pokemon in visuale in prima persona, sul modello di Wizardry e Mother 1, che era addirittura un parziale sparatutto in cui si poteva sparare per ammazzare i Pokemon come in Duck Hunt, oltre che dare la possibilità di sparare sugli NPC, anticipando Pokemon Knife e Call of Duty allo stesso tempo.
Sempre in questo periodo di prigionia, Gene Sepas creò la prima hack di Pokemon Oro inglese, "Pokemon RhineGold", altrimenti nota come "Pokemon RayGold" (dicembre 2000), una hack crossover dedicata al cartone animato giapponese del personaggio connazionale austriaco più famoso, ossia Heidi, un tributo di Gene Sepas alla sua metà austriaca e alla cultura Giapponese. La hack era notevole poiché c'erano solo montagne e nessuna città, con Pokemon selvatici ovunque (anche fuori dall'erba alta), ed iniziava nella fattoria Miltank, con Heidi al posto di Oro come protagonista e con Miltank come mascotte del gioco. Purtroppo, quando Gene Sepas pubblicò la hack sul server di filesharing Kazaa, il titolo dell'hack era originariamente "RhineGold" (un riferimento all'Oro dei Nibelunghi) e a causa di un errore di trascrizione Gene Sepas venne indagato dall FBI per via del nome della sua hack che era stato storpiato accidentalmente dai giocatori che lo passavano lungo i siti di shareware, rinominandola per sbaglio con una keyword tabù. La hack, per altro, avendo Heidi come protagonista, fece accusare pubblicamente Gene Sepas come trafficante di esseri umani. I suoi passati viaggi in Russia, Ungheria (sua patria nativa) e mezzo mondo certamente non lo avvantaggiavano.

Prima che ciò avvenisse comunque Gene Sepas fece in tempo a pubblicare il primo overhaul di Gen2 di sempre, Pokemon Palladium (gennaio 2001), una hack di Argento inglese che, in maniera simile a Pokemon Scarlet, introducevano ASM avanzata ed introduceva praticamente di tutto.
Pokemon Palladium espandeva il pokedex a 511 Pokemon, includeva ben sette regioni (Kanto, Johto, ed altre cinque regioni tratte da Super Mario Bros e Super Metroid, interamente a scorrimento orizzontale), aveva 32 medaglie ed includeva per prima i primi esperimenti di grafica 3D in GameBoyColor, aggiungendo addirittura un sistema a parallasse nell'intro, modellato sulla falsa riga dell'intro di Final Fantasy 4. La hack introduceva anche campioni audio di chitarra elettrica distorta riciclando il sistema di audio PCM da Pokemon Giallo, sostituendo le voci di Pikachu con quelle di strumenti msuciali, ed introduceva persino una Drum Machine: i suoni della Roland TR808.
Sfortunatamente, la patch della hack venne realizzata in formato .jar per MeBoy, e quasi nessuno riuscì a giocarsela se non su cellulare, anche se all'epoca era ancora una rarità, rendendo la hack fin troppo difficile da giocare con successo. Per 20 anni tutti pensarono che questo capolavoro del ROM hacking non fosse altro che un bug che rendeva il gioco impossibile da giocare.

Rinchiuso in una prigione a Guantanamo nel settembre del 2001, Gene Sepas si convertì al "misticismo Zun" orientale tramite altri carcerati, dopo aver provato il curryfarianesimo per un certo tempo. Nel carcere Gene Sepas patteggiò anche il rilascio, aderendo anche all'obiettivo della CIA della "conversione degli infedeli" tramite esperimenti psicologici, cosa che egli soddisfò creando la prima hack di Pokemon Cristallo, ossia Pokemon Heavy Metal (dicembre 2001), la prima hack musicale del mondo. Tuttavia, dati i limiti lo-fi del Game Boy, i dirigenti della CIA scoprirono che la musica Rap e il J-Pop EDM si prestavano meglio al lavaggio del cervello che non la musica heavy metal sintetica auspicata da Gene Sepas (che stranamente funzionava solo sui teenager europei, specie quelli scandinavi). Ad ogni modo, questo fu in effetti l'unico confermato rapporto esistente tra la CIA e il ROM Hacking Pokemon di Gene Sepas, che venne infine rilasciato su cauzione nel Marzo del 2003.
Durante la sua prigionia e la sua conversione Gene Sepas creò amche la prima hack aleatoria della Storia, ossia Pokemon I-Ching (dicembre 2001), una hack "Kaizo" aleatoria e randomizzata i cui Pokemon cambiavano in base a come si apriva il libro dell I-Ching, emulando John Cage ed il suo misticismo orientale.

Pertanto, Gene Sepas creò la prima hack religiosa della Storia, Pokemon Zen Arcade (aprile 2002), la prima hack overhaul totale di Cristallo, la quale sfortunatamente non venne mai creduta in quanto venne pubblicata il 1° del mese.
A questo punto della Storia i meriti di Gene Sepas erano eccelsi, ma sempre meno giocatori erano interessati alle sue imprese, che si erano fatte via via sempre più ambiziose, fin troppo rispetto le aspettative dell'epoca.

Altre hack dell'epoca riguardano restyle basati su Cristallo basate sulle funzionalità più in voga, con hack quali Pokemon 3D World (agosto 2002) (la prima hack GBC intermanete in 3D) e Pokemon Crystal Advance Adventures (dicembre 2002), il primo De-Make di Hoenn realizzato su cristallo ma incompiuto ad Iridopoli - il gioco si interrompe con Rocco: manca la sala d'Onore a causa di un bug che non la fa avviare per via di un singolo byte 0xc9 (ret) mancante (sostituito per sbaglio con 0x00).


La carriera di Gen3 di Gene Sepas fiu perlopiù caratterizzata da hack incompiute, in quanto la meditazione Zun stava prendendo il sopravvento sul ROM Hacking. A ciò si aggiunse anche l'ennesima rottura di relazioni sentimentali, stavolta con la sua prima moglie, lasciata il giorno di San Valentino in quanto Gene Sepas doveva rifare da zero la squadra Pokemon competitiva da zero per il torneo in quanto la Smogon gliela aveva bannata il giorno prima.

Tra le hack di Gen3 che Gene Sepas tentò di realizzare vi furono le seguenti:
  • Pokemon Emerald (dicembre 2002) - La prima hack di Gen3 di sempre, hack basata su Rubino giapponese, incompleta e lasciata in sospeso per circa 3 anni: una hack di Gen3 perlopiù grafica che espandeva la Torre Lotta e sostituiva Groudon con Rayquaza.
  • Pokemon Coryndon (2002-agosto 2003) - il primo overhaul totale di Gen3, espandeva il pokedex a 690 specie, 4 regioni (Kanto, Johto, Hoenn e il Mushroom Kingdom di Mario), anticipando Rosso Fuoco e Verde Foglia.
  • Pokemon Shiny Crystal (ottobre 2003) - il primo remake di Pokemon Cristallo per gen3.
  • Pokemon Pearl (luglio 2004) - basata su Rosso Fuoco giapponese, la prima hack che introduceva nuove evoluzioni, aggiungeva il nuovo tipo "tipo Magia", e che aggiungeva anche nuovi fakemon, tra i quali Leafeon, Iceon e Faeryeon, il quale all'inizio nella Demo1 della hack si chiama "Zylveon".
  • Pokemon Velvet Black (aprile 2005) - una hack d'avanguardia astratta, basata su Smeraldo (la sua hack omonima, non il gioco Pokemon ufficiale) che riepilogava tutto quanto fatto da Gene Sepas, includeva persino un videoclip musicale nella ROM con un fotomontaggio di Lou Reed (tratto a sua volta dal videogioco della SEGA "Smoke and Mirrors") che giocava a Pokemon Smeraldo (il gioco vero), che quindi era anche una hack postmodernista in quanto includeva non solo postmodernismo ma includeva anche il gioco di qualcun altro che in realtà era vagamente basato sulla sua stessa hack.
    Il gioco era così tanto postmoderno dal punto di vista teorico che fu la prima Hack Pokemon GBA ad essere bannata da GameFreak (nel 2006, anche se all'inizio sbagliarono e bannarono per sbaglio Pokemon Chaos Black), sebbene fosse stata pubblicata sul loro stesso Forum internazionale l'anno prima, vincendo addirittura il terzo posto di "Hack del Mese" - il secondo posto andò a "Pokemon My Ass Edition" di Shigeki Miyamatto, mentre il primo posto andò a "Pokemon Shin Senzuri Ruby Fixed Kaizo Rebalanced" di SinisterCoatedMan Inc.

Nel frattempo, il più grande risultato di Gene Sepas fu la creazione del tool "Pokemon Adder", che consentiva di aggiungere fino a 600 Pokemon extra nel gioco (già nel 2005), oltre che la sua traduzione all'ungherese di AdvanceMap, anche se di lì a poco la gente preferì giocarsi le hack Kaizo e demenziali basate su Pokemon Zaffiro, tra le quali la più famosa fu sicuramente Pokemon Zaffiro 2.

Resosi conto che il futuro dei videogiochi era nell'ammodernamento di giochi vecchi, ossia dell'invecchiamento dei futuri giochi, Gene Sepas tentò addirittura una collaborazione con WesleyFG nel 2006 (ispirandosi a Pokemon Light Platinum) per creare il remake di Pokemon Rubino e Zaffiro nel 2006: il titolo avrebbe dovuto essere "Pokemon Omega Rubino". Gene Sepas aveva intenzione di rifare Pokemon Rubino identico, ma in 3D e per PC.
Ad ogni modo, il progetto naufragò in quanto i collaboratori si resero conto che fare un gioco del genere, sebbene in 3D, sarebbe stato fin troppo banale, ed in ogni caso i tempi erano fin troppo prematuri: consigliarono a Gene Sepas di rimandare il progetto almeno fino al 2013, quando l'audience sarebbe stata abbastanza matura per aver dimenticato i giochi di Gen3 (cosa che Gene Sepas non fu mai in grado di fare, purtroppo).


L'ultima hack di Gene Sepas fu una delle prime hack di Gen4 di sempre, Pokemon 8 1\2 (dicembre 2007), basata su Pokemon Diamante giapponese, una hack glitch (la prima hack glitch di sempre) che sfruttava il bug della dimensione oscura di Darkrai per creare una mappa in cui spuntavano dialoghi modificati a random che erano essenzialmente una conversazione filosofica tra lui ed il giocatore, una hack creata sotto l'influenza degli psichedelici e dello spriritualismo orientale.



Negli ultimi anni, Gene Sepas si dedicò anche a scrivere una serie di tutorial ed articoli avveniristici sull'Hacking GBA:
  • Come buggare una ROM con A-Text entro i primi 5 minuti di gioco e distruggere due anni di hacking;
  • ROM Hacking GBC per negati;
  • Pokemon Lupin edition: Come diventare milionari con Pikachu e AdFly;
  • Come scrivere un libro di 100 pagine senza dire una fava;
  • Le migliori creepypasta su Pokemon Pinball;
  • Non avrai altro dio al di fuori di me;
  • Il Mapping? Lo ha inventato Coolboyman;
  • Lo Spriting? Lo ha inventato Coolboyman;
  • Lo Scripting? Lo ha inventato Coolboyman;
  • Tua madre? L'ha inventata Coolboyman;
  • Pokemedda mannaggiagamefrik;
  • Pokemedda mannaggiagamefrik 2 la vendetta;
  • Pokemedda mannaggiagamefrik 3 la vendemmia di Mew;
  • Perché Plaguemon è meglio di Emerald Kaizo;
  • The Making of Pokemon Crazy Vie;
  • Come buggare la musica di Smeraldo usando JohtoMap;
  • Ho spammato il mio foro nell'immagine dell'avatar;
  • Creazione di nuovi Pokemon: guida completa ai recolor by Master Paint (libro dell'anno che ha ricevuto il "Seal of Quality" da GameFreek);
  • Le vite segrete dei ROM Hacker: dialoghi ed interviste con i disegnatori dell'anime di Misty;
  • Mamma ho perso la Patch.

Gene Sepas fu anche il primo critico e Youtuber di Hack GBA - ecco i suoi criteri di valutazione:
  • * Spara un numero a caso da 0 a 10, poi riportalo nel range da 1 a 9;
  • * Come è la hack?
  • Demenziale: -3, mannaggete ma non sono ancora schiattati questi qua?
  • Restyle: -2, così posso spalare melma sui miei colleghi Youtuber che danno 8 alle hack Kaizo;
  • Overhaul: +1, così faccio il figo con le hack overhaul degli altri.
  • Qualunque atra cosa: mantieni inalterato il voto.
  • * Di chi è la hack?
  • Gran Bretagna: -2, mannaggete ma non sono ancora schiattati questi qua?
  • Giappone: -1, mannaggete ma non sono ancora schiattati questi qua?
  • USA: 0, questra grande nazioni di eroi mi ha rotto le scatole con la musica di Spruce Sprungteens e le hack Kaizo;
  • Germania: +2, i tedeschi mi stanno simpatici.
  • No, sono sfigatissimi teenager europei o asiatici o latinoamericani che fanno hack overhaul intelletualoidi sfigatissime sperimentali: +4, così posso spalare melma sui miei colleghi Youtuber che danno 8 alle hack Kaizo;
  • * Cosa c'è nella hack?
  • Tutti i Pokemon tutte le regioni: -4, sto qua è nabbo.
  • Tutti i Pokemon tutte le regioni per davvero: +1, sto qua ha addirittura bigiato la scuola per fare la hack.
  • Livelli più alti: -2 le hack difficoltose sono obsolete dal 1991.
  • Pokemon ricolorati: -2 le sprite pucciose sono obsolete dal 1991.
  • Parolacce bestemmie: -3 se bugga le textbox, -2 se cita Mosconi per la centomillesima volta, +1 se è gnavo.
  • SPAM di ProBoards ed altri siti USA: +1 questa grande nazioni di eroi insegnerà al mondo...
  • SPAM di certi tipi di manga ed altri siti Jap: +1 questa grande nazione di fumettisti nonostante gli schermi pixelati insegnerà al mondo...
  • SPAM di altra roba e spambot: -1 bannatequellameddasubirto
  • Se i numeri sono fuori range, riportali nel range, sennò si capisce che do i voti a caso.



Gene Sepas morì di noia nel 2009 durante la Crisi Economica Mondiale, aveva 27 anni.



FINE.
Articolo realizzato e pubblicato da 80C l'8 gennaio 2024.

 Mi Piace Ricevuti: 
IvanFGK likes this post
Cita messaggio
#2
Scusa ma in che senso trafugata da una rivista? Aveva un amico che dirigeva quella rivista e che gliela prestò?

Comunque wow, sembra lo Snowden del ROM Hacking
 Mi Piace Ricevuti: 
80C likes this post
Cita messaggio
#3
ma soprattutto, chi caz è Gene Sepas sembra una storpiatura di "Je ne sais pas" italianizzata Pacman
Ma soprattutto come cavolo fai a trovare queste info così vecchie anche sulla vita privata di sto tizio che inventò un sito per Hacker ROM Pokémon 2 anni prima della nascita di Google.


Dai Eity è una discussione troll Big Grin
[Immagine: support-drab.gif]
 Mi Piace Ricevuti: 
80C likes this post
Cita messaggio
#4
Devi perdonarmi, ma, sebbene sia generalmente un fan dei tuoi articoli, questa volta non riesco a comprendere quello che sto leggendo. È un articolo serio o una parodia? È esistito davvero questo Gene Sepas? Da dove hai trafugato queste informazioni negli ultimi quattro anni, considerato che non esiste traccia di questo individuo in tutto l'internet?

Le informazioni che dai della sua vita sono improbabili, se non addirittura discutibili. Avrebbe creato una hack rom a cinque anni, a nove anni avrebbe in qualche modo ottenuto un floppy direttamente dal giappone (come l'avrebbe reperito?) e l'avrebbe usato per creare una hack di Mario che avrebbe commercializzata (con quali mezzi?) "con estremo successo" in Unione Sovietica, la quale però l'avrebbe distrutta per fronteggiare il capitalismo, forse con l'aiuto di Nintendo stessa che commercializzò Super Mario World per "smantellare il Comunismo stesso" (???).

La sua vita è sicuramente avventurosa. Nato nel 1982 in Ungheria, commercializzato la sua hack nel 1989 in URSS, trasferitosi nel 1990 in California, e poi per un paio d'anni a Hong Kong; ha abbandonato la scuola nel 1995, e ha avuto nel 1996 (all'età di 14 anni) una fidanzata 24enne di Stanford. Però nel 1996 non conosceva l'inglese, e doveva chiedere ai suoi amici di tradurre la sua hack, che venne per scherzo mis-tradotta in forma demenziale senza che lui se ne accorgesse. Nel 1997 si sarebbe recato in Giappone esclusivamente per rubare le cartucce delle demo SpaceWorld che sarebbero poi state trafugate da Wack0_ vent'anni dopo.

Tra i dettagli più piccanti, non posso non notare che non solo questo Gene Sepas fosse fidanzato a 14 anni con una 24enne, ma era anche fidanzato con due ragazze all'età di 17 anni, una delle quali era 13enne. Entrambe avrebbero da lui imparato l'hacking, e la seconda avrebbe creato una hack molto all'avanguardia, ma talmente sconcia da attirare aspre critiche. E poi la storia con la sua prima moglie, durante gli anni 2000, con la quale avrebbe rotto a San Valentino perché doveva rifarsi un team competitivo dopo che Smogon glielo aveva bannato. Spicy.

A Gene Sepas vengono attribuiti innumerevoli meriti, dall'aver innovato l'hacking, ad aver anticipato numerosi giochi ufficiali, all'aver avuto una guerra privata con Nintendo che copyrightava tutti i nomi con i quali voleva pubblicare le sue hack - Scarlet, White, Black, etc... - esclusivamente per fare un torto a lui (perché non mandargli un C&D e farla finita?). Avrebbe creato la prima patch a colori di Pokémon Blu - purtroppo a colori sbagliati, non essendo a corrente del suo daltonismo - e la prima creepyhack, che avrebbe causato il ricovero in ospedale di 44 bambini in Giap-no aspetta, questa voglio analizzarla meglio.

Questa storia dei toni binaurali sembra troppo simile alla creepypasta di Lavandonia. Quindi la verità sarebbe che quella creepypasta era vera, ma la causa dei ricoveri non sarebbe stata la musica di Lavandonia, ma la musica di una hack amatoriale? In che modo la sua hack sarebbe finita in Giappone? Gene Sepas parlava giapponese, o si è fatto tradurre la hack da altri? E perché i numeri sono così alti? Certo, crisi epilettiche causate da suoni sono possibili, ma si tratta di numeri davvero irrisori (secondo Wikipedia 1 su 10 milioni); per causare 44 ricoveri, la sua hack deve aver avuto una divulgazione su scala assolutamente fuori dal comune, specialmente per una hack semi-sconosciuta in paese straniero in un'epoca in cui internet era ancora agli albori.

Nell'articolo citi un certo "Skuaru Enikssu Rubbatoshi" nelle veci del "principale finanziatore ed investitore della Game Freak ed il maggior responsabile per il successo dei videogiochi Pokémon", ma né io né Google abbiamo mai sentito parlare di questo individuo. Ho provato diverse permutazioni del suo nome (Subaru?), ma con scarso successo.

Tornando a Gene Sepas, si legge che sarebbe stato messo agli arresti domiciliari da Nintendo (?), indagato dall'FBI per via di un errore nel nome della sua hack (??), ed infine imprigionato a Guantanamo (???), ma fortunatamente fece in tempo a completare la sua hack Pokémon Palladium nel 2001, la quale purtroppo riscosse scarso successo, poiché la patch era stata realizzata per l'emulatore MeBoy, che pochi possedevano. Il che è comprensibile, dato che il MeBoy è un emulatore creato nel 2005, stando alla sua pagina ufficiale: http://arktos.se/meboy/

In prigione avrebbe creato un'altra hack, Pokémon Zen Arcade (con quali mezzi?). Successivamente avrebbe patteggiato il rilascio con la CIA in cambio di un programma sperimentale che, attraverso la musica immessa nelle sue hack, avrebbe fatto il lavaggio del cervello alle persone (??????).

C'è anche la menzione di un Pokemon Crystal Advance Adventures, della quale Google non mi fornisce risultati soddisfacenti, ma hai incluso un dettaglio così specifico (un byte sbagliato che non permetterebbe di concludere il gioco) che mi viene il dubbio che tu sia realmente in possesso di questo gioco.

Non voglio dilungarmi con i titoli dei suoi video e delle sue guide, che sono chiaramente fasulli/parodici e non hanno chiaramente niente a che vedere con il resto dell'articolo.

Seriamente, questi sono soltanto alcuni dei dettagli più evidenti che mi sono balenati alla vista leggendo l'articolo, ma ce ne sono svariati, e onestamente mi fanno dubitare della veridicità del tutto. Suppongo dunque che l'articolo sia un elaborato pesce d'aprile in anticipo? È forse un test per vedere se "siamo attenti" e leggiamo davvero quello che scrivi? Voglio sperarlo, perché altrimenti mi porti a dubitare di tutto quello che hai scritto negli anni, e mi spiacerebbe perché, come ho già scritto altrove, adoro i tuoi articoli storiografici sulla storia dell'hacking agli albori di internet.
Se è un articolo in stile Onion, allora batti un colpo. È assurdo e parodistico al punto giusto che lo considererei divertente. Ma rilasciato così, a freddo e senza alcuna spiegazione alcuna, mi metti in difficoltà.
 Mi Piace Ricevuti: 
80C likes this post
Cita messaggio
#5
"Mamma ho perso la patch" mi ha steso

Che poi nè google nè duckduckgo mi danno riaultati su di lui

Cos'è, hai avuto un effetto mandela e sto tizio non esiste?

O forse sei tu, Gene Sepas?
 Mi Piace Ricevuti: 
80C likes this post
Cita messaggio
#6
(09-01-2024, 01:37 PM)95girl Ha scritto: "Mamma ho perso la patch" mi ha steso

Quello sono io XD
 Mi Piace Ricevuti: 
80C likes this post
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)